spiazziIn Raffaele Spiazzi, medico direttore sanitario dell'ospedale dei bambini, risulta nel segno leggero dei disegni un approccio sempre colloquiale, garbato, anche autoironico. Un sarcastico indulgente, d'uno che si sente borghese anche lui, sicché quando sorride degli altri, del suo stesso ambiente di vita e professione, ride di sé. Non è il suo un disegno naif, perché ha fatto l'illustratore di testi scolastici e scientifico-universitari. Anzi, la sua impaginazione s'è fatta sempre più raffinata, anche nell'evidenza "tridimensionale" con cui i personaggi crescono verso lo spettatore, a catturarne l'attenzione ed a coinvolgerlo in un"'inquisizione" diretta. ineludibile; o nell'organizzazione dello spazio, in tavole di complessa proliferazione, dove i comparti non sono mai isolati. Anche il disegno dunque come forma di coinvolgimento, di esercizio di umanità nella professione medica.

 

Vai alle opere