sergioSergio Bazzana, pittore soprattutto d'acquerelli di sorvegliatissimo tono discorsivamente lirico, emerge qui per un antico talento di disegnatore-illustratore, con qualche guizzo ironico e iroso, che pur sempre impigliava la quintessenza di minimi accadimenti quotidiani, i piccoli sussulti del cuore, gli aliti d'aria, i vezzi e i tic delle persone e i moti più esili del paesaggio. Era pur sempre l'allenamento a quella misura di mitezza e saggia giustizia quotidiana che avrebbe segnato nel pittore la pacata, sommessa ma ferma urgenza morale della relazione ravvicinata tra lo sguardo e il mondo.

 

vai alle immagini